Super Ace: dal 20.11 la comunicazione telematica per usufruire del credito d'imposta

Sep 23, 2021

Rassegna Stampa
SCRITTO DA: Studio Colombo Galli Sole Massara & Partners
Con il provvedimento 17.09.2021, n. 238235/202, l'Agenzia delle Entrate ha approvato il modello di “Comunicazione per la fruizione del credito d’imposta ace” con le relative istruzioni e le specifiche tecniche di trasmissione.

Secondo quanto stabilito dall'art. 19, c. 7, D.L. 73/2021, la fruizione dell’ace innovativa 2021 al 15% tramite la trasformazione in credito d’imposta, richiede il “riconoscimento” preventivo dell’Agenzia delle Entrate. A tal fine, con il provvedimento 17.09.2021, n. 238235/202, l'Agenzia delle Entrate ha approvato il modello di “Comunicazione per la fruizione del credito d’imposta ace” con le relative istruzioni e le specifiche tecniche di trasmissione.

Tale comunicazione deve essere inviata in via telematica dal 20.11.2021 e entro la scadenza del termine ordinario per la presentazione della dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31.12.2020 (30.11.2022 per le persone fisiche ed i soggetti con esercizio solare). Se il credito d’imposta richiesto è superiore a € 150.000, deve essere compilato anche il quadro A, contenente l’elenco dei soggetti sottoposti alla verifica antimafia

L’utilizzo del credito d'imposta avverrà solo dopo la risposta dell’Agenzia delle Entrate entro 30 giorni.

in proposito, si ricorda che, ai sensi dell'art. 19, D.L. 73/2021:

  • l’ace (Agevolazione alla crescita economica) “innovativa 2021” si applica per gli incrementi patrimoniali fino a € 5 milioni e si affianca a quella ordinaria, che continua per gli importi eccedenti i 5 milioni. In particolare, l’art. 19, cc. 2-7 stabilisce che il rendimento nozionale ace è elevato da 1,3% al 15% per la variazione in aumento del capitale proprio fino a 5 milioni, rilevata nel periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31.12.2020 (quindi nel periodo 2021 per i soggetti solari);
  • viene disattivato il limite della base ace costituito dall’importo del patrimonio netto risultante dal bilancio, e quindi possono usufruire dell’ace “innovativa” anche le imprese con un patrimonio netto negativo al 31.12.2020 o con il rinvio delle perdite previste dall’art. 6, D.L. 8.04.2020, n. 23.
  • gli incrementi del capitale proprio nel 2021 diversi dall’accantonamento degli utili, sempre nel limite di 5 milioni, rilevano a partire dal 1° giorno del periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31.12.2020, in deroga al criterio pro rata temporis.
Designed by Digiway Srl - Powered by HCL Domino

Informativa Cookie

Questo sito utilizza cookie per fornire servizi che migliorino l’esperienza di navigazione degli utenti : - Utilizziamo cookie di navigazione anonimi, necessari per consentire agli utenti di navigare correttamente, utilizzare tutte le funzionalità ed accedere ad aree sicure. - Utilizziamo cookie analitici in forma esclusivamente anonima per capire meglio come i nostri utenti utilizzano il sito web, per ottimizzare e migliorare il sito, rendendolo sempre interessante e rilevante per gli utenti. - Non vengono usati cookie statistici di preferenza dell'utente. Ulteriori informazioni di dettaglio sono disponibili consultando il documento di informativa cookie.